Le vacanze del Tonnotto – Tropea e il pesce spada con cipolle rosse in agrodolce

tropea

Andare in Calabria e non passare qualche giorno a Tropea sarebbe un delitto.
Famosa località balneare a sud-ovest di Vibo Valentia e a nord di Capo Vaticano, la leggenda vuole che Ercole, al ritorno dalla Spagna, si sia fermato sulla Costa degli Dei e abbia fondato proprio Tropea.

Tra i più piccoli comuni italiani per superficie territoriale, occupa infatti il 7805° posto, Tropea ha una morfologia molto particolare che fa sì che sia divisa in due parti: la parte superiore, dove si trova la maggior parte degli abitanti e dove si svolge quindi la vita quotidiana, e la parte inferiore, detta “La Marina”, che si trova a ridosso del mare e del porto.

Fra gli eventi da annoverare senza dubbio non possiamo dimenticare la sagra del pesce azzurro e della ormai arcinota cipolla rossa di Tropea, alla quale tra l’altro è stato attribuito il marchio di qualità.

Non a caso un piatto tipico della zona è il pesce spada con cipolle rosse in agrodolce. Come prepararlo? Semplicissimo. Lavate il pesce e mettetelo a riposare in un colino. Nel frattempo fate una miscela con 250 ml di acqua, 2 cucchiai di aceto di vino bianco e un cucchiaino di zucchero. Pulite quindi le cipolle, tagliatele a spicchi e fatele rosolare a fiamma vivace in una padella con dell’olio. Aggiungete la miscela preparata prima, un pizzico di sale e fate cuocere il tutto con coperchio a fiamma media per 15 minuti circa.
Prendete un’altra padella antiaderente, mettete dell’olio e degli spicchi di aglio spellati e schiacciati con i denti della forchetta. Fatelo rosolare finché non sarà dorato, quindi rimuovetelo e mettete a cuocere il pesce spada secondo gusto personale. Una volta pronto, servire con le cipolle, un po’ di pepe e una manciata di origano.
Un buon vino bianco e la cena è servita.


Visualizzazione ingrandita della mappa