Le risposte della nutrizionista

La biologa nutrizionista Elisa Merli, ha accettato di collaborare con L’Isola d’Oro e il Tonnotto per rispondere alle tante domande sull’alimentazione sana e corretta, che ci fate pervenire sulla pagina facebook del Tonnotto. Ecco qui raccolte le prime risposte per soddisfare la vostra curiosità.

Marisa da Parma chiede alla nostra nutrizionista se il tonno sia un alimento indicato nelle diete degli sportivi, anche prima degli allenamenti.
Il tonno in scatola e’ indicato nella dieta degli sportivi anche prima dell’allenamento, infatti il tonno essendo ricco di proteine nobili e’ un alimento ottimale per mantenere efficienti muscolatura ed apparato locomotore.

Giovanni da Milano ci chiede: Ho il colesterolo alto, è vero che il tonno fa bene?
Lo sgombro e il tonno, grazie all’elevato contenuto di omega 3, sino a 3 g per 100 g di prodotto, sono ottimi alleati x combattere il colesterolo cattivo LDL perché abbattono i suoi livelli nel sangue. Gli omega 3 aumentano il colesterolo buono HDL eliminando LDL, riducendo così i rischi per la salute legati ad ictus ed infarto. E’ buona norma prevenire piuttosto che curare sintomi e patologie, alimentandosi con regimi dietetici vari e controllati.

Martina da Padova chiede Quali sono i cibi brucia grassi?
I cibi che attivano il metabolismo sono bruciagrassi, sono quelli ricchi di proteine che richiedono maggiore consumo energetico x l’assimilazione.
Se la fonte proteica viene da tonno sardine e acciughe ed in genere pesce di mare introdurremo anche iodio ed omega 3, il primo regolarizzerà la tiroide ed i secondi miglioreranno la sensibilità all’ormone della sazietà, controllando i famosi attacchi di fame. Quindi più tonno acciughe sgombro ecc, e oltre a far bene al nostro cuore, ci aiuteranno a mantenere o a ritornare in linea.

Amedeo da Lucca chiede: Ho letto che il tonno fa bene nella alimentazione degli anziani, come mai?
In eta’ avanzata e’ fondamentale mantenersi il piu’ possibile in salute. Spesso adulti e persone anziane soprattutto sono carenti di ferro; il tonno e’ ricco di questo oligoelemento e contribuisce a ridurre tale carenza se introdotto nella dieta. Inoltre se inserito in 2 pasti alla settimana grazie agli omega 3 che contiene, aiuta a regolarizzare i ritmi cardiaci ed ad abbassare la pressione sanguigna.

Queste sono alcune delle domande che ci sono arrivate, ad alcune verrà data risposta sulla nostra pagina Facebook, e periodicamente le raccoglieremo in post sul nostro blog.