Le risposte della nutrizionista

La biologa nutrizionista Elisa Merli, ha accettato di collaborare con L’Isola d’Oro e il Tonnotto per rispondere alle tante domande sull’alimentazione sana e corretta, che ci fate pervenire sulla pagina facebook del Tonnotto. Ecco qui raccolte le prime risposte per soddisfare la vostra curiosità.

Marisa da Parma chiede alla nostra nutrizionista se il tonno sia un alimento indicato nelle diete degli sportivi, anche prima degli allenamenti.
Il tonno in scatola e’ indicato nella dieta degli sportivi anche prima dell’allenamento, infatti il tonno essendo ricco di proteine nobili e’ un alimento ottimale per mantenere efficienti muscolatura ed apparato locomotore.

Giovanni da Milano ci chiede: Ho il colesterolo alto, è vero che il tonno fa bene?
Lo sgombro e il tonno, grazie all’elevato contenuto di omega 3, sino a 3 g per 100 g di prodotto, sono ottimi alleati x combattere il colesterolo cattivo LDL perché abbattono i suoi livelli nel sangue. Gli omega 3 aumentano il colesterolo buono HDL eliminando LDL, riducendo così i rischi per la salute legati ad ictus ed infarto. E’ buona norma prevenire piuttosto che curare sintomi e patologie, alimentandosi con regimi dietetici vari e controllati.

Martina da Padova chiede Quali sono i cibi brucia grassi?
I cibi che attivano il metabolismo sono bruciagrassi, sono quelli ricchi di proteine che richiedono maggiore consumo energetico x l’assimilazione.
Se la fonte proteica viene da tonno sardine e acciughe ed in genere pesce di mare introdurremo anche iodio ed omega 3, il primo regolarizzerà la tiroide ed i secondi miglioreranno la sensibilità all’ormone della sazietà, controllando i famosi attacchi di fame. Quindi più tonno acciughe sgombro ecc, e oltre a far bene al nostro cuore, ci aiuteranno a mantenere o a ritornare in linea.

Amedeo da Lucca chiede: Ho letto che il tonno fa bene nella alimentazione degli anziani, come mai?
In eta’ avanzata e’ fondamentale mantenersi il piu’ possibile in salute. Spesso adulti e persone anziane soprattutto sono carenti di ferro; il tonno e’ ricco di questo oligoelemento e contribuisce a ridurre tale carenza se introdotto nella dieta. Inoltre se inserito in 2 pasti alla settimana grazie agli omega 3 che contiene, aiuta a regolarizzare i ritmi cardiaci ed ad abbassare la pressione sanguigna.

Queste sono alcune delle domande che ci sono arrivate, ad alcune verrà data risposta sulla nostra pagina Facebook, e periodicamente le raccoglieremo in post sul nostro blog.

80nostalgia di Tonnotto

80nostalgia è un simpatico programma televisivo che va in onda sul digitale terrestre attraverso un circuito di reti locali.
È dedicato alle sigle anni ottanta di cartoni animati, film, e telefilm e ci riporta alla nostra infanzia riproponendoci i motivi e le immagini più emblematiche dei programmi che abbiamo amato da ragazzi.
Noi siamo fan degli amici di 80nostalgia e loro sono fan del Tonnotto. Forse per questo motivo hanno voluto omaggiarci con un paio di video, realizzati da membri del loro staff, che parlano del Tonnotto contestualizzato nel mondo di un famoso personaggio dei cartoni animati giapponesi degli anni ottanta. Vi ricordate quale?
Non dimenticate di seguire 80nostalgia! Potete scoprire su quale frequenza trovarlo direttamente dal loro sito www.80nostalgia.it

 

Alchimia=Vita – Trasformati che il cibo ti trasforma

L’iniziativa ALCHIMIA=VITA: Trasformati che il cibo ti trasforma si articola in un ciclo di 6 conferenze sul tema dell’alchimia come processodi trasformazione di se stessi e del cibo di cui ci nutriamo per crescere e vivere sani e felici così contribuendo ad una vision olistica di be-essere relazione e collettivo.

L’Isola d’Oro ha deciso di organizzare e sponsorizzare questo ciclo di conferenze per offrire alla città un’occasione per ampliare la ricerca culturale e filosofica sul tema della sana alimentazione, soprattutto in un territorio come il nostroche ha la vocazione per la trasformazione dei prodotti agro-alimentari e per uno stile di vita che punta sempre ad una maggiore qualità e responsabilità.

L’iniziativa, vista l’importanza intrinseca dei soggetti trattati ha ottenuto il patrocinio del Comune di Parma e della Provincia di Parma

Per maggiori informazioni consultare il sito dedicato: Alchimia uguale vita

A cena col Tonnotto… Come è andata?

8 food-blogger, tutti estremamente appassionati di cucina. Un kit di ingredienti con cui sbizzarirsi, una cena da preparare per ogni sfida, come sarà andata?

Il contest è stato un vero e proprio successo, tutti i partecipanti ci hanno stupito con ricette assolutamente originali e gustosissime, c’è chi si è ispirato alla tradizione locale, chi ha puntato sulla “estetica” del piatto finito, chi ha voluto creare ricette innovative e chi invece è rimasto più sul classico. Ma di base tutti sono eccezionali, e gli utenti della nostra pagina facebook hanno apprezzato e si sono scatenati nel votare la cena preferita.

La collaborazione con i food-blogger si è dimostrata estremamente costruttiva, sia dal punto di vista gastronomic0 sia dal punto di vista dell’interazione con loro, per questo motivo abbiamo deciso che continueremo a coinvolgerli, dando vita ad iniziative sempre diverse ma che ci permetteranno di costruire un rapporto duraturo con coloro che amano stare in cucina, che apprezzano i buoni prodotti e sono in grado di valorizzarli al meglio.

Le sfide sono state da subito accesissime e decise sul filo di lana, eccovi una serie di link che vi permetteranno di  valutare ciò che i food-blogger sono stati in grado di creare:

SFIDA 1 – Emanuela Rangillo VS Rossana Paola Valenzano Ferrari

SFIDA 2 – Ivana VS Shamira Gatta

SFIDA 3 – Marisa Malomo VS Giuseppe Tesoro

SFIDA 4 – Selene Mormando Vs Marianna Arba

Dopo le prime sfide eliminatorie, con i risultati decisi dagli utenti siamo giunti alle semifinali, dove se possibile i blogger hanno fatto ancora meglio…

 

SEMIFINALE 1 – Shamira Gatta VS Rossana Paola Valenzano Ferrari

SEMIFINALE 2 – Marianna Arba VS Giuseppe Tesoro
Dopo un contestato primo conteggio nella seconda semifinale, abbiamo provveduto a riconteggiare i moltissimi voti degli utenti ed abbiamo realizzato che la finale sarebbe stata tra Shamira Gatta e Marianna Arba.
Eccovi il resoconto della finale:

LA FINALE 

Vi lasciamo il gusto di scoprire chi alla fine ha avuto la meglio, ma vogliamo ringraziare tutti i partecipanti e tutti coloro che li hanno votati che ci hanno dato la possibilità di dare vita ad una iniziativa che ci è veramente piaciuta tanto…

 

 

 

Gli amici del Tonnotto


Il mondo sottomarino è qualcosa di incredibilmente attraente e sconosciuto.
Appena ci immergiamo, proteggendo gli occhi con una maschera, ci accorgiamo che ci stiamo addentrando in un elemento completamente diverso, dove il pelo dell’acqua rappresenta una sorta di passaggio dimensionale tra la terraferma e questo misterioso universo.
Il paesaggio marino ci colpisce per il suo silenzio, la sua atmosfera ovattata e, superata la iniziale titubanza, anche in qualche modo avvolgente e protettiva.
I fondali, le coste, il mare aperto e perfino gli abissi più bui e profondi, sono brulicanti di vita, di colori e spesso di forme e geometrie che ci sono assolutamente aliene sulla terra.
Le creature del mare sono spesso incredibili e sconosciute e proprio per questo il Tonnotto vuole venire in nostro aiuto per cominciare a familiarizzare con loro, riconoscerle e apprezzare la loro incantevole bellezza.
Addentriamoci da oggi con lui in questo viaggio, alla scoperta degli Amici del Tonnotto!

Riassunto del capitolo 1

 

Per chi non avesse modo di leggere il primo capitolo del fotoromanzo “Amore di Tonno”, in occasione della imminente uscita del secondo capitolo, vi proponiamo un riassunto veloce di ciò che è accaduto fino ad ora…
(potete sempre leggervi il fotoromanzo completo sulla nostra pagina Facebook)

 

 

Le vacanze del Tonnoto – Sirolo ed il branzino alle verdure

sirolo

Come un nido d’aquila a picco sul mare, sorge Sirolo: un tranquillo borgo del Conero nelle Marche.

Già insediamento romano, si è sviluppato nel medioevo, quando la costruzione del castello gli ha conferito la struttura urbanistica fatta di un dedalo di borghi (chiamati “vigoli”), molto caratteristici e dagli scorci affascinanti. Usciti dai vigoli si arriva alla grande piazza panoramica, che offre una vista mozzafiato su un cristallino mar adriatico e, nelle giornate più limpide, permette di vedere addirittura il profilo delle isole Kornati e la costa croata.

L’architettura del paese si sposa perfettamente con la natura nella quale è immerso Sirolo, completamente avvolto dal verde delle pinete nelle colline alle sue spalle e dall’azzurro del mare dinnanzi a sé. È il mare infatti la vera ricchezza del paese, un mare che ha avuto numerosi riconoscimenti per la qualità e la pulizia dell’acqua sia dall’Europa, con la Bandiera Blu, che da Legambiente con ben quattro vele. Ai piedi di Sirolo sorgono sette spiagge sia di ciottoli che di sabbia, sia piccole calette formate dalle rocce a picco sul mare. Rocce bianche, faraglioni, insenature, conferiscono un aspetto imponente e affascinante alla costa e alle spiagge più famose e caratteristiche tra cui quella delle Due Sorelle, quella di San Michele e la spiaggia Urbani.

Il Branzino è il simbolo del paese per la grande presenza di questo ottimo pesce in questo tratto di mare e viene cucinato in tanti modi differenti, ma pare particolarmente gradito con verdure di stagione e impreziosito dall’ottimo olio di oliva prodotto con le materie prime del territorio, annaffiato ovviamente dal Verdicchio della zona.
Il vino (Verdicchio e Rosso Conero) è infatti un’altra eccellenza enogastronomica che rende questo territorio assolutamente completo tra mare, monti, natura, storia e mangiar bene.


View Larger Map

Il Tonnotto fa miracoli..

Alla fine degli anni ’90, quando ormai anche Brandon e Dylan di Beverly Hills iniziavano a perdere il loro carisma, il mondo della televisione aveva bisogno di nuovi miti e il Tonnotto era pronto a rispondere alla chiamata…

Uno spot televisivo avrebbe, di lì a poco, spopolato nelle televisioni locali parmigiane e sarebbe diventato un mito con tanto di parodie all’attivo. Nello spot originale, una improbabile famiglia parmigiana, si sarebbe trovata felicemente con i piedi sotto la tavola da pranzo, accomunata dal desiderio di mangiarsi dell’ottimo Tonnotto… il Tonnotto avrebbe fatto il miracolo di riunire i caratteri e le diverse necessità dei membri della famiglia, soddisfacendo tutte le loro esigenze.

Sentiamo il racconto della genesi dello spot dalla viva voce di Donatella Zarotti…

«Nel 1997 una televisione locale mi propose di realizzare uno spot con un regista parmigiano molto eclettico e competente che sapeva arrangiarsi con pochi mezzi: Nello Fochetti.

Bene, la “malcapitata” rispose yes e la cosa andò avanti; scrissi un canovaccio e Nello ci lavorò sopra, ma soprattutto ci inventammo attimo per attimo, mentre giravamo, le situazioni cambiando frasi, espressioni e angolazioni a seconda di come doveva essere il risultato finale e delle problematiche che si presentavano (cibo che cadeva ai bambini, luci non perfette, borse che si rompevano, gatto sparito nel capannone dove si girava, il ragazzo che doveva andare ad allenamento nella realtà come nella finzione scenica, Nonno Felice che si scordava continuamente le battute..).

Iniziammo alle 15, preparando con qualche mio amico/a reclutati all’uopo, tartine, allestimenti e abbigliamento nonché trucco degli attori.

Il gatto, impaurito da luci e frastuono, scappava da tutte le parti e si andò a rintanare in un posto pazzesco, la bambina piangeva e non avrebbe fatto niente senza il suo gatto, caldo allucinante e tecnici che impazzivano. Con le buone una mia amica ha tranquillizzato la bambina mentre io facevo ripetere le battute al bambino (che era il più bravo, un attore nato!) e al papà (il mio amico “Wally” alias Francesco Alberti).

La mamma bravissima e professionale, il nonno Felice… una tragedia! Faceva tutto bene all’inizio e si scordava la fine; faceva bene la fine e si scordava l’inizio; faceva bene l’inizio e s’inventava le parole della fine; farfugliava sembrava che fosse quasi sinergico alla scena (perché comunque rappresentava un anziano) e poi si perdeva con lo sguardo svaporato davanti alla telecamera. Sin da subito, lo spot ha avuto un grande successo e , al di là del fatto che fosse semplice e apparentemente ingenuo, arrivava a tutti.

Probabilmente le sensazioni che avevamo tutti noi mentre lo giravamo si sono rivelate profetiche: molta simpatia ed immediatezza con protagonista assoluto IL TONNOTTO mirabilis!»

A distanza di 15 anni siamo pronti a riprovarci, ma visto che ormai la televisione è un mezzo alla deriva, lanceremo nuove avventure per il Tonnotto sul web, un media che ci sembra molto più adatto allo spirito innovativo del prodotto. Inizieremo noi, ma speriamo che i nostri spot fantasiosi stimolino la vostra creatività e vi spingano a mandarci la vostra visione del Tonnotto sulla falsa riga delle nostre trovate…

Ecco che, oggi come allora, il Tonnotto tornerà in video e, riprendendo il claim della pubblicità originale, vi farà strabiliare con le sue magie perché…

«il Tonnotto fa miracoli!!!»

Vi proponiamo in anteprima i video realizzati dagli studenti e dai professori della Sqcuola di Blog, il primo master in social media marketing. Maggiori informazioni le trovate qui:  http://sqcuoladiblog.it/.

Adesso aspettiamo i vostri video!!!
Potete caricarli direttamente sulla pagina Facebook del Tonnotto.

Il Tonnotto nel Mondo #7 – Cambogia

Il Tonnotto in Cambogia

La Cambogia è un piccolo stato del sud-est asiatico, compreso tra la Thailandia e il Vietnam. Qui si pratica il Buddhismo, in particolare la dottrina Theravada, e si parla lo khmer, una lingua figurata in cui, talvolta, più che con le parole ci si esprime attraverso concetti: è per questo che non esistendo il termine aeroporto si parla del “terreno spianato delle barche volanti” o ci si riferisce al latte come al “liquido che esce dalle mucche”.

In Cambogia abitudini e tradizioni sono molto distanti da quelle nostre, al punto che uno dei piatti più popolari della penisola Indocinese è la frittura di tarantole… pare sia una squisitezza se fritta in olio bollente e ricoperta di zucchero e aglio.

«Ma non pensiate che mangiamo soltanto questo!» ci tiene a sottolineare Savuth, che è originario di Sisophon ma risiede in Italia oramai da parecchi anni «la nostra tradizione culinaria è anzi abbastanza varia e molto salutare: si basa su riso, pesce e frutta fresca».

«Ah si, naturalmente anche il tonno sott’olio fa parte della nostra dieta»

E per dimostrarci che dice davvero ci presenta la ricetta del pinzimonio alla cambogiana. Si parte sgocciolando il tonno e sistemandolo in una casseruola poi, armati di pazienza e di un batticarne, lo si pesta per ottenere un composto omogeneo. A parte si affettano un paio di spicchi d’aglio che si mettono a scaldare in una padella, dove successivamente si aggiungerà il tonno e succo di limone fino a rendere il tutto liquido e ben amalgamato. Questo pinzimonio è l’ideale per intingere ortaggi quali melanzane, sedano, peperoni, finocchi, carciofi o cetrioli. Fresco e facile da preparare, si addice perfettamente alla stagione estiva e in più, non essendo a base di olio, risulta anche un condimento a basso contenuto calorico.

Grazie al contributo di Savuth il Tonnotto è riuscito a raggiungere il quarto continente, adesso ne manca soltanto uno e state sicuri che le nostra flotta non si fermerà fin quando non raggiungerà le coste dell’Oceania.

A questo punto non ci resta che porgervi il nostro più cordiale sompiah, il saluto cambogiano che consiste nel congiungere le mani inchinandosi leggermente, accompagnato da un più classico “arrivederci alla prossima puntata”.

La serata perfetta…

 

 

 

 

 

E tu, sei più sgombrotto o tonnotto? Un’aliciotta piccante o una vongolotta?

Prova a scoprire il prodotto dell’Isola d’Oro che più ti si addice grazie alla nostra infografica “La serata perfetta”.

Notte di fuoco o pantofole e divano? Dimmi cosa fai e ti dirò che tonno sei..

Vedi infografica