I Sette Mari – Mar dei Coralli

 cover

Il Mar dei Coralli bagna il nord-est dell’Australia e la Papua-Nuova Guinea. Prende nome dai coralli che formano, in queste acque, la più grande barriera corallina del mondo.
Il Mar dei Coralli appartiene all’oceano Pacifico e si estende su una superficie di circa 4 791 000 km². È delimitato ad ovest dalla costa nord-orientale del continente australiano, a nord dalla Nuova Guinea e dalle isole Salomone, ad est dall’arcipelago di Vanuatu e dalla Nuova Caledonia, a sud dal mare di Tasman. In questo mare sono presenti numerosi atolli di origine corallina, che dal 1969 appartengono a uno specifico territorio australiano.
Il Mar dei Coralli possiede anche una forte rilevanza storica, essendo stato teatro di scontri durante la seconda guerra mondiale tra la flotta giapponese e quella statunitense, supportata dalle truppe australiane.
Profondo al massimo 9165 m, ha una temperatura varia dai 23 ai 28 ºC. Le coste sono spesso orlate da formazioni di coralli (da cui il nome); di particolare imponenza è la Gran Barriera Corallina.
Il Mar dei Coralli diventerà forse la più grande riserva marina del mondo. Situata a est della Grande Barriera Corallina australiana, la riserva proposta si chiamerebbe Coral Sea Commonwealth Marine Reserve e coprirebbe un’area di quasi un milione di chilometri quadrati, più della Francia e della Germania messe assieme.
Si tratterà di un vero e proprio parco naturale marino che includerebbe barriere coralline isolate, antichi giardini di spugne, canyon abissali e vulcani sommersi nel Mar dei Coralli, tra gli ultimi luoghi al mondo dove giganti del mare come squali, tonni e marlin possono essere osservati in grandi quantità.
Il Mar dei Coralli ospita, infatti, una grande biodiversità ed ecosistemi relativamente in salute, e questo lo rende un ecosistema unico e molto vasto di enorme valore a livello globale, un luogo pressoché insostituibile.
Per chi volesse visitare il Mar dei Coralli il periodo ideale per partire è tra luglio e ottobre.
I luoghi di maggior interesse sono:
il paradiso tropicale della Thorsborne Trail, tra foreste pluviali, paludi di Melaleuca, bianche spiagge incontaminate ricche di uccelli colorati, tartarughe e delfini.
La Grande Barriera corallina, Patrimonio dell’Umanità.
Heron Island, Lizard Island, Green Island e Fitzroy Island.
Tranquillità, pace e natura incontaminata regnano in tutte le isole, potrete andare in barca a vela o sorvolare il mare con piccoli aerei, fare snorkeling e immersioni presso numerose baie.

 

Giochiadi 2016

Ci sono i Giochi della Gioventù, campionati studenteschi per le scuole superiori e per le medie. E le scuole primarie?

L’Isola D’Oro si inserisce in questo vuoto sportivo e si rivolge ai più piccoli contribuendo ad un progetto etico, divulgativo e didattico, colmo di divertimento!

Tutto nasce da un’idea di Renato Conte, docente di educazione fisica e allenatore atletico di giovani talenti già olimpici. Insieme allo Csen di Parma inventa le Giochiadi.

Giunte alla quarta edizione, le Giochiadi hanno avuto la partecipazione, nel 2016, di ben 51 classi, quinte elementari) di Parma e provincia con circa 1.300 partecipanti.

Nelle Giochiadi, oltre all’aspetto ludico, l’intenzione è far emergere nei bambini le loro diverse caratteristiche quali: coordinazione, destrezza,velocità ed equilibrio attraverso il gioco.

Il gioco diventa così un importante tramite per valorizzare i propri talenti e accorgersi di quanto possano essere funzionali al raggiungimento di obiettivi di squadra anche osservando precise regole.

Questo progetto ci ha entusiasmato e convinto dunque L’Isola Doro continuerà a sostenerlo.

Grazie a tutti i bambini Giochiadi!!!