I Sette Mari – Mar Caspio

 cover

Il Mar Caspio rappresenta ciò che rimane di un grande mare, forse collegato con il Mediterraneo, che ha cominciato a ritirarsi a partire da 600 milioni di anni fa.
Oggi il Mar Caspio si estende dai paesi più meridionali della Federazione Russa fino all’Iran ed è considerato qualcosa a metà tra un vero mare e un lago. Anche la sua salinità varia moltissimo da zona a zona, molto bassa a nord vicino al Volga e molto più alta a sud e nelle zone meno profonde.
A causa delle evaporazioni delle acque, ha subito nei secoli svariate modificazioni nella sua estensione e profondità e se anche nell’ultimo periodo l’acqua evaporata è risultata pari a quella immessa dai fiumi immissari, la superficie del Caspio è comunque 28 metri al di sotto del livello degli altri mari.
Le coste settentrionali sono poco articolate, in genere basse, sabbiose e paludose nell’ampio delta del Volga. Verso est la costa si fa più sinuosa e in parte anche alta, frangiata da numerose lagune e insenature profonde. Anche le temperature dell’acqua sono molto varie a seconda della latitudine e della profondità e addirittura nella sezione settentrionale le acque gelano per 3-4 mesi l’anno.
Meta affascinante e motivo di nascita di numerose antiche civiltà, oggi il Mar Caspio combatte con la presenza di molte strutture per l’estrazione di idrocarburi di cui il fondale è particolarmente ricco. Anche a causa di questo il Caspio si è impoverito di specie ittiche, molte delle quali, comunque, sono state importate da altri bacini marini in tempi recenti.
La meta più affascinante del Mar caspio è la città di Baku, capitale dell’Azerbaigian caratterizzata da un perfetto connubio architettonico che abbraccia la parte medievale, quella ottocentesca e quella contemporanea. Molto interessanti sono i suoi caratteristici mercati così come le romantiche crociere in laguna.
Per gli spiriti più avventurosi anche la costa Iraniana del Mar Caspio offre sia itinerari naturalistici che culturali.
Il Caspio è disseminato anche di numerose isole, le più interessanti delle quali sono le isole Tülen situate a nord e caratterizzate dalla presenza di numerose colonie di foche.