I Sette Mari

 cover

Oggi diamo il via a una nuova rubrica che ci accompagnerà per qualche tempo: “I sette mari”.
Attraverso i nostri articoli vogliamo descrivervi brevemente le caratteristiche, gli ecosistemi, i luoghi più caratteristici e i modi di vivere degli angoli più belli dei tanti affascinanti ambienti marini che coprono la nostra Terra.
State con noi durante questo lungo excursus attorno al mondo e navighiamo insieme come stupefatti marinai i sette mari.

Il Mar dei Caraibi

È un mare tropicale nell’emisfero occidentale compreso nel più vasto ambiente dell’oceano Atlantico. Si tratta di un mare di tipo mediterraneo, in quanto racchiuso tra diversi continenti e delimitato dal golfo del Messico e a sud dal continente sudamericano.
Il nome “Caraibi” deriva dai Caribe: uno dei gruppi indiano-americani dominante nella regione al momento della scoperta di questi luoghi ad opera di Cristoforo Colombo.

L’habitat sottomarino Caraibico è particolarmente vario anche a causa della grande estensione di questo mare e dà rifugio a oltre 500 specie di pesci, tra le quali abbondano il pargo, la cernia, la razza, la murena, il branzino, la spigola e l’aguglia. È ovviamente presente anche lo squalo, ma lungo le coste si trovano soltanto gli inoffensivi squali nutrice, lo squalo balena e lo squalo toro.
Completano il paesaggio sottomarino grandi colonie di spugne (oltre 200 specie) dalle forme singolari, alghe, molluschi, ricci di mare, stelle marine, aragoste, granchi, oltre alle meravigliose distese di coralli. Le barriere coralline rappresentano un grandioso spettacolo di colori con oltre 50 tipi di corallo tra cui il nero, molto utilizzato nella più raffinata lavorazione di gioielli.

La posizione del mare tropicale conserva l’acqua ad una temperatura tra i 21 e i 32 gradi centigradi, il clima è solitamente piacevole, ma vanno evitati i periodi tra agosto e settembre, per l’alta probabilità di formazione di uragani.

 

Il modo migliore per vivere il Mar dei Caraibi è quello di percorrerlo in barca a vela per raggiungere le varie e caratteristiche località che lo contraddistinguono.
Dalle destinazioni classiche come Cuba, Santo Domingo o la Giamaica, a isole più piccole e meno frequentate come Guadalupa, Martinica e Aruba, senza dimenticare le Grenadine e le Isole Vergini e per chi ama il fascino esotico delle località esclusive, Antigua, Bahamas e Barbados.
Le spiagge assolutamente da non perdere sono:
Pink Beach (Barbuda) famosa per le sue sabbie rosa,
Seven Mile Beach (Grand Cayman) dalle caratteristiche distese immacolate,
Bayahibe (Repubblica Dominicana), la classica spiaggia di sabbia bianca circondata da palme e bagnata da un mare cristallino,
Seven Mile Beach (Giamaica), la più bella dell’isola di Giamaica,
Anegada (British Virgin Islands), poco conosciuta dal turismo di massa,
Grace Bay (Turks e Caicos), un’immensa spiaggia con una sfumatura di colori che spaziano dall’indaco al turchese.
Una volta raggiunte le spiagge, consigliamo di vivere questi ambienti marini nel più totale relax, godendo del mare temperato e cristallino, dello spettacolo di colori durante i vari momenti della giornata e della vividezza del cielo azzurro.
Lo snorkeling è sicuramente una delle attività più apprezzate e allo stesso tempo rilassanti per osservare il vasto e ricco ambiente sottomarino e, per i più intraprendenti, è possibile praticare ecosostenibili battute di pesca o immersioni guidate.