L’arte per l’integrazione a scuola – Mus-e

muse

IL PROGETTO MUS-E PARMA
L’arte per l’integrazione a scuola

MUS-E (Musique  Europe) è un progetto multiculturale dedicato ai bambini ideato dal celebre violinista e direttore d’orchestra Yehudi Menuhin. Si propone di contrastare, attraverso  percorsi artistici, l’emarginazione e il disagio sociale nelle scuole pubbliche primarie educando i bambini  alla bellezza e aiutandoli nel loro percorso umano e formativo.

Il progetto Mus-e attraverso l’arte vuole promuovere tra i bambini l’integrazione, il rispetto delle culture e la valorizzazione delle diversità, abbattendo le barriere e portando un messaggio di pace.

MUS-E si rivolge soprattutto alle scuole dove più alto è il disagio socio-economico-culturale, e  rilevante la presenza di bambini immigrati o con disagi.

Oggi MUS-E è presente in 12 paesi europei e in Israele, coinvolge 55.000 bambini, 450 scuole e  1000 artisti di aree diverse.

Mus-e  interviene nelle classi durante le ore scolastiche con la partecipazione degli insegnanti. Il percorso, condotto da una coppia di artisti, si svolge con incontri settimanali e dura  tre anni.

Per i bambini e le scuole, l’attività dei laboratori  è gratuita. Il progetto MUS-E si sostiene con il contributo di sponsor privati e fondazioni.

MUS-E opera a Parma dal 2006, ha già toccato 13 scuole, 33 classi, circa 1000 bambini, 22 artisti di varie discipline (arti visive, danza, teatro, musica e altre).

Tra i 32 Progetti che animeranno “Parma 2020” speciale c’è la “Children’s Orchestra Orff” di MUS-E Parma, diretta e ideata da Ailem Carvajal. “La cultura batte il tempo” corrisponde pienamente al percorso di questa particolare Orchestra, nella quale la musica che i bambini vivono, creano e eseguono attraverso le percussioni, diventa la lingua che li unifica e integra, che consente di superare le difficoltà e le barriere culturali e di scoprire l’incanto del creare insieme la “bellezza” e l’armonia”.

Lo staff di Mus-e Parma

Presidente  Sergio Bernasconi
Coordinatrice Locale Anna Cattaneo
Coordinatrice artistica Ailem Carvajal
Segretario Stefano Bussolati

Web: www.mus-e.it

 

muse1

 

Team Wellness L’Isoladoro (TWL)

twl

Ma chi è la Ig Coach L’isola D’Oro, che mette tutti in forma su FB e You Tube? Scopriamo insieme perché Erika Ferrari è così brava da rendere l’home fitness un momento imperdibile della nostra giornata!

Dalla Danza inclusiva con i disabili allo Yoga, su nella Danza Aerea e intorno alla Coreografia, giù di Bungee Fit e pretty in Pole Dance, da Giurata Internazionale a Performer soprattutto Insegnante, la nostra Ig Coach Erika Ferrari grazie alla Sua Vita professionale sfaccettata e multi-esperienziale, impreziosisce ogni video del Team Wellness Lisoladoro!

E’ severa ma ammiccante, profonda e al contempo sbarazzina, tanto guizzante nei muscoli che il suo veloce mentale ti seduce senza appesantirti.

Lei è davvero come sembra e la sua simpatia buca lo schermo!

Il Team Wellness Lisoladoro (TWL) continuerà a rendere “fit” ogni Vostro spazio “home” ogniqualvolta ne sentirete il desiderio.

#mangio sano #sono in forma #attivo la mente.

Scopri tutti i video sul nostro sito ufficiale oppure sul nostro canale youtube

 

erika

 

Le Eto-pillole di Greta

greta

 Il mare è fonte di vita ma lo conosciamo davvero in ogni suo aspetto? Per continuare a meravigliarci con Voi di ogni caratteristica del mondo blu, abbiamo assoldato una giovane etologa marina, la Dottoressa Greta Colombi, che grazie alle sue esperienze sui luoghi di osservazione dei grandi mammiferi oceanici in ogni angolo di mondo, esperienze spesso spartane, ci darà informazioni preziose sui comportamenti di questi animali acquatici sia tra di loro sia verso i loro simili e gli esseri umani. La capacità di Greta di trasferire curiosità sui comportamenti e sulle strategie dei grandi mammiferi marini e concentrare sia col verbale che con il non verbale le sue conoscenze rende davvero straordinari i minuti trascorsi con le Sue “eto-pillole”. Grazie ad una mimica che spacca e ad una narrazione vivace ma precisa, Greta Colombi ci rende agevole l’accesso ad un mondo perlopiù sconosciuto di cui Lei ha le chiavi; lasciatevi ammaliare insieme a noi sui nostri social ( FB lisoladoro, Instagram lisoladoro, You Tube,sulla telepromozione di Casa Alice in cosa al programma ed in onda sino alla fine di gennaio oppure sul nostro sito in home page.

 

 

L’Isola D’Oro su Casa Alice

casa_alice_blog

Novità in casa L’Isola D’Oro! La collaborazione con Alice Magazine e Alice TV ha trovato spazio anche su “Casa Alice” il popolare contenitore di intrattenimento su cibo, ricette e lifestyle condotto da Franca Ricci. Per i tre mesi centrali dell’inverno 2019/2020, sul canale 221 del digitale terrestre, si potrà godere di ricette della tradizione italiana trasformate con charme e maestria dallo chef Josè Amici di Roma, Chef L’Isola D’Oro 2019. Da novembre a gennaio passando per dicembre, ogni giorno i prodotti L’Isola D’Oro accompagneranno i pasti principali della giornata come anche  le merende e gli spuntini. Ogni piatto presentato sarà commentato da un’esperta alimentare, la consulente L’Isola D’Oro Sara Beduschi, anche tecnologa alimentare e ricercatrice per l’Ateneo di Parma e di Torino. Verranno approfonditi aspetti nutrizionali della ricetta in corso ed evidenziati luoghi comuni  a volte da sfatare e talvolta da confermare proprio sui contenuti del pesce azzurro e sul valore in benefici di quello che mangiamo. La Dottoressa Beduschi in modo sapiente e al contempo leggero, adatto alla trasmissione che è per tutti, ci coinvolgerà nel meraviglioso mondo del nutrirsi bene con il piacere dei sensi. 

 

 

Settembre gastronomico 2019

settembre_gastronomico

Parma è ambasciatrice della Food Valley nel mondo, L’Isola D’Oro ne porta il vessillo con le Alici a Parma.
Parma è stata anche proclamata città creativa UNESCO per la gastronomia; un riconoscimento che esalta le eccellenze culinarie di una zona rinomata in tutto il mondo.
Questo riconoscimento conferma l’assioma che dove si mangia bene c’è civiltà! Infatti Parma è la città natale di Antelami e del Correggio, di Verdi e Toscanini, della Chartreuse e della violetta, delle contaminazioni etrusche e celtiche ma anche delle corti Francesi ed austriache fino alle più recenti europee arrivate con l’incoming di Efsa con un mondo cosmopolita di risorse umane portatori di nuovi punti di vista, nuovi afflati ed arricchimenti per la città.
Ed è appunto in questo clima che sono maturate le condizioni di un vivere civile e di un modo di alimentarsi semplice e nutriente con più di un pizzico di raffinatezza ed una grande appartenenza al territorio.
Il fatto è che nel modo di mangiare a Parma sono filtrati secoli di esperienza culinaria assieme a saggezza gastronomica dei progenitori.
Di tutto questo è stato fatto tesoro a Settembre Gastronomico sotto i Portici del Grano a Parma dove, la terza settimana del mese, ogni giorno era una sorpresa ideata e organizzata da “Le Alici a Parma”: sfide tra cuochi non professionisti per accaparrarsi l’ambita “Acciuga d’Argento”; edutainment sul valore del pesce azzurro; pizze con le acciughe fatte dai bambini a sostegno dei bambini di “Noi x Loro”, un’associazione affiliata all’Ospedale dei Bambini di Parma.
Ma la cosa imperdibile per chi si trovasse a Parma in quei giorni era sicuramente l’ACCIUGADO, la specialità con le acciughe  che si poteva gustare al Bistrot sotto i Portici del Grano esclusiva gastronomica delle Alici a Parma.
Anche il pesce, come appunto le Alici a Parma,  rappresenta, come pasta-prosciutto-parmigiano e pomodoro, una P fondamentale per la food valley, un pilastro che ha originato cultura e dinamismo imprenditoriale, una ricchezza per la città e per l’intero paese Italia. Le Alici di Parma sono il 70% del fatturato di tutto il venduto nazionale: un dato di tutto rispetto di cui essere davvero orgogliosi!

 

L’ISOLA D’ORO alla “Cena dei Mille”

cena-mille

Sempre presente agli appuntamenti rappresentativi della Città ducale, L’Isola d’Oro supporterà come Main Sponsor uno degli eventi più attesi del “Settembre Gastronomico”: un grande progetto corale per la promozione delle filiere di prodotto made-in-Parma, voluto dal Comune di Parma e dalla Fondazione Parma UNESCO City of Gastronomy, sotto la regia di Parma Alimentare e “Parma io ci sto!” e con il contributo di Destinazione Turistica Emilia. 

Sarà la  “Cena dei Mille” l’evento che il prossimo 3 settembre trasformerà il centro storico di Parma in un ristorante gourmet a cielo aperto con una tavolata lunga 500 metri che si snoderà tra Piazza Garibaldi e Strada della Repubblica, che ospiterà mille persone e che avrà una finalità benefica: i fondi raccolti saranno infatti devoluti a Emporio Solidale Parma, che assiste oltre mille famiglie in difficoltà.

Protagonista di una delle filiere produttive più importanti della città – Parma controlla attualmente il 70% del mercato nazionale delle alici – L’Isola d’Oro si distingue come sempre, per la sua presenza a fianco delle istituzioni nella promozione del territorio, non solo come destinazione turistica ma come patrimonio culturale e gastronomico internazionale.

Perchè ancora non tutti sano infatti che, insieme alle quattro “P” come Parmigiano, Prosciutto, Pomodoro e Pasta, a Parma c’è anche l’eccellenza Pesce!

 

 

 

 

LA GABBIANELLA FORTUNATA

gabbianella

L’azienda, un ponte per realizzare obiettivi condivisi.

Ogni esperienza, personale anche quando collettiva, racchiude un insegnamento per noi.Sempre! Tranne quando si è assenti, impermeabili a ciò che accade -che ci accade- dentro e fuori!
Per questo, le occasioni è bene viverle nella totalità degli strumenti che abbiamo in dotazione: il corpo, il cervello e le emozioni.
In questa direzione, Il Teatro è una straordinaria macchina di vita che tira fuori talenti macinando blocchi per trasformarli in energia.
Anche L’Isola D’Oro è un’azienda che trasforma una materia prima ricca di nutrienti in un cibo stabile, una conserva appunto, un cibo adatto ad essere presente nell’alimentazione di tutti.
La conservazione dei cibi, con il sale e nell’olio, è una tradizione molto antica che il nostro inconscio riconosce come autentica perché antropologicamente legata alla sopravvivenza e al benessere dei popoli del bacino del Mediterraneo.
Altrettanto autentico è il bisogno dell’uomo di stare nella verità; nella verità del proprio esperire, sentire e ricordare. E di condividerlo.
Anche in questo il teatro è geniale: una “passaporta” tra futuro, presente e passato attraverso l’arte di essere.
Per un’azienda alimentare, occuparsi di sostegno all’ambiente e alle persone, non è una fuga dal core business; significa: essere nel presente.
L’azienda infatti è fatta di persone, una comunità di persone come la scuola, le associazioni o le istituzioni.
Per il principio fisico dei vasi comunicanti, sei in armonia se agisci per l’armonia in modo sistemico.
Raoul Follereau lo direbbe così:” Nessuno è felice da solo!”
La Gabbianella è fortunata perché ha accolto l’opportunità di volare sostenuta addirittura da un gatto! Ed ha così realizzato l’autonomia.
L’Isola D’Oro ha scelto di investire sul progetto “Gabbianella” per la Terra, per l’Acqua, per la Pioggia, per il Mare, per il Vento, per gli Alberi, per l’Aria e per la Virtù che in ogni essere umano aspetta di essere risvegliata, rispettata, alimentata e lasciata andare con Amore.

Scarica il libretto dell’evento

La-Gabbianella-Fortunata-2019

 

 

 

PREMIAZIONI GIOCHIADI 2019

giochiadi2

Cosa sono le Giochiadi? Un contenitore di possibilità: di gioco, di apprendimento, di condivisione e anche di felicità per 8 tappe! Un format di sano divertimento ideato dal Professore di educazione fisica Renato Conte che, coadiuvato dalla struttura di Parma di Csen e patrocinato da Miur regionale e dal Coni, punta su tipologie di esercizi (con palline, birilli, cerchi) adatti a sottolineare il movimento, l’equilibrio e la coordinazione.
A chi si rivolgono le Giochiadi?
Si rivolgono a tutti gli alunni/e delle classi V della primaria di Parma, della città e di tutta la provincia: montagna, collina e bassa.
Soprattutto le Giochiadi sono una manifestazione pluridisciplinare e interdisciplinare, non competitiva ma con obiettivi di squadra. Infatti gli atleti, 2500 all’inizio che diventano 150 nella finalissima di un’intera giornata di maggio, si sfidano in giochi a squadre, staffette e percorsi misti che porteranno punti preziosi alla loro squadra/classe.
Giocano tutti e ognuno porta la propria abilità o la propria area di miglioramento. Giochiadi non è un’utopia Giochiadi è un laboratorio di felicità per crescere in armonia con se stessi e gli altri.
Perché L’Isola D’Oro sostiene Giochiadi?
Perché si tratta di un progetto per le persone, un ponte tra scuola e  famiglia, tra azienda e istituzioni. Inoltre L’Isola D’Oro da sempre sostiene lo sport e le attività ludico-motorie, promuovendo anche con i propri prodotti, con alti valori nutrizionali tipici del pesce azzurro, molte iniziative di tipo culturale e scientifico rivolte al connubio tra alimentazione e attività fisica.

L’ACQUA E’ VITA, LET’S RAIN!

acqua2

L’acqua ci unisce nell’arte del risvegliarci alla vita

L’acqua è la base della vita: della nascita, ad esempio, in biologia molecolare, dello crescita in agricoltura, dello sviluppo in evoluzione e del progresso in storia e antropologia sociale. Soprattutto dell’equilibrio del sistema.

Se l’acqua manca o langue, infatti, si destabilizza il mondo intorno e dentro di noi. Pensate all’importanza dei mari, dei fiumi, dei laghi e degli oceani in cui l’acqua, sia dolce sia salata, domina incontrastata ma anche alle cellule del nostro corpo che si nutrono e funzionano al meglio grazie all’acqua. L’essere umano stesso è fatto di acqua al 60% addirittura i neonati lo sono in percentuale 80%. Dunque l’acqua è un bene imprescindibile per tutti, è una risorsa che unisce e accompagna tutti gli esseri viventi; per questo ha un potente aspetto simbolico che trascende anche quello funzionale, per questo va tutelata e protetta!

Tanto quanto l’acqua unisce tutti gli esseri viventi, la sua mancanza può dividere e creare squilibrio: i cambiamenti climatici, l’inquinamento ambientale, la distruzione di foreste millenarie, gli aumentati bisogni connessi alla crescita della popolazione mondiale e i comportamenti dissennati dell’uomo hanno creato e stanno creando una profonda sete di acqua, ovunque. Sete bilanciata, grazie al cielo, da una forte crescita di coscienza, collettiva e individuale, rivolta sì all’acqua ma anche alla terra che la accoglie e la trasforma.

L’isola D’Oro, azienda di conserve ittiche di Parma che nutre le proprie radici imprenditoriali nelle feconde acque del mare, agisce per la salvaguardia dell’acqua anche diffondendo consapevolezza attraverso l’arte. Come? Sostenendo “Let’s Rain”, un progetto sperimentale di arte pubblica partecipata, o per meglio dire un’azione estetica socialmente impegnata, che con modalità site and audience specific ha creato un ponte tra l’uomo e l’ambiente.

I protagonisti di questo progetto sono il Collettivo di Bologna Panem Et Circenses, la curatrice di arte contemporanea Silvia Petronici e due donne di medicina maori, Erena Rangimarie Rere Omaki e Sam Manawa AnnaMaria Sartori.

Performance Partecipata presso la sede L’Isola D’Oro a Parma

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, sostenuta dall’ONU, alle 17.30 di venerdì 22 marzo, sarà presentato il progetto di arte pubblica partecipata “Let’s rain” sostenuto da L’Isola D’Oro a Parma.

I partecipanti accolti in un ambiente delimitato da oggetti riferiti a Let’s Rain (come mantelle, bastoni e una brocca piena d’acqua)saranno accompagnati dal canto (La Karanga) della donna di medicina maori Sam Manawa mentre le persone si siederanno in cerchio a terra dove verranno predisposti prima plaid e cuscini. La curatrice e gli artisti racconteranno il progetto (che si trova anche sulla copertina del libro di Anna Petronici:” A piedi nudi ballano i santi”), e condivideranno un dialogo con i partecipanti sull’arte dedicata ai temi ecologici. L’azienda L’Isola D’Oro espone il proprio ruolo di committenza virtuosa, presenta gli artisti, la loro motivazione, la loro vicinanza alla spiritualità e la funzione della relazione tra arte e sciamanesimo. Si approfondirà il tema dell’ impegno sociale per la tutela dell’acqua, il futuro della terra, e moltissimo altro per un respiro di due ore. La performance si concluderà con la condivisione di alimenti, come da tradizione maori, chiudendo così lo spazio sacro a cui i presenti avranno preso parte.

Scarica e leggi l’articolo apparso sulal Gazzetta di Parma

 

 

Giochiadi 2019

giochiadi

Giochiadi, il meraviglioso contenitore di esperienze motorie ed emozionali ideato a Parma dal Prof. Renato Conte , un team building non competitivo ma educativo verso la costruzione di se stessi nel rispetto per gli altri, è diventato un format! In questo format, L’Isola D’Oro che affianca e sostiene Giochiadi dall’inizio, si è tuffata!

Come tutti i format che si rispettano, insieme all’evento stesso pluridisciplinare con giochi a squadre, staffette e percorsi misti per 2.500 bambini di 100 classi quinte delle Scuole Primarie di Parma e di tutta la sua Provincia, si darà vita a eventi formativi collaterali ideati sia dagli sponsor e dalle istituzioni a nutrire le competenze e le abilità dei ragazzini e delle ragazzine con un valore aggiunto di ulteriore divertimento e obiettivi di largo respiro sviluppati insieme.

L’Isola D’Oro, per il 2019, ha pensato di coadiuvare il lavoro degli insegnanti ed il percorso degli allievi e allieve nell’ambito delle Scienze. Per questo insieme ai Ricercatori e Maestri del Gusto di Madegus (spin off universitario di Parma che si occupa di divulgazione alimentare a 360°) abbiamo messo a punto un progetto sull’apparato digerente collegato al programma scolastico ma con finalità anche ludiche.

Infatti, una volta che gli allievi e le allieve, insieme alla loro docente, avranno elaborato la descrizione del sistema digerente (illustrata da allegati spediti dall’azienda via telematica a tutte le segreterie delle scuole partecipanti Giochiadi), dovranno fornire, entro e non oltre un tempo stabilito che anticipi di tre settimane la finale, una interpretazione originale della digestione; in che modo? Abbiamo immaginato progetti fantasiosi e creativi come pragmatici e concreti ( fiabe, video, canzoni,disegni, sculture, manufatti, dimensione teatrale ecc.) ma siamo sicuri che verremo spiazzati perché non esiste cosa più immensa dell’immaginazione dei fanciulli!

Il Team di Madegus valuterà poi i progetti sulla base della propria competenza e selezionerà tre progetti originali.

Alla Premiazione Finale a maggio, con tutte le autorità presenti, saranno comunicati i nomi di scuola, classe e progetto premiati. Contestualmente verrà comunicata la “sorpresa” cioè il premio, sotto forma di team building (a ricalco della vision di Giochiadi) alla quale le classi vincitrici avranno accesso. Buon lavoro e buon divertimento!